Ortodonzia intercettiva o precoce

 

Per Ortodonzia Intercettiva si intende l’intervento precoce con finalità’ preventiva o correttiva di una malocclusione nel bambino con dentatura da latte allo scopo di evitarne l'aggravamento o neutralizzarne i meccanismi di aggravamento.

La malocclusione è frequentemente determinata, o comunque aggravata dall'abitudine che si protrae nel tempo a succhiare, ad esempio il dito o il ciuccio, e dalla tendenza del bambino ad assumere atteggiamenti a bocca aperta. La prevenzione ortodontica è un importante fattore di salute per l'organismo poiché ci sono situazioni che, se trattate precocemente, possono risolvere direttamente il problema o ridurre l'entità del trattamento ortodontico successivo.


Curando precocemente un bambino si evita quindi una malocclusione stabilizzata più grave e più difficile poi da trattare od a volte addirittura non più possibile senza il ricorso ad un intervento chiururgico a fine crescita.


Esiste quindi la stretta necessità, ad esempio, di curare subito in dentizione decidua (fra i 5 e i 6 anni) tutte le malposizioni dentarie che presentano un alterato combaciamento fra le arcate dentarie. Tra queste vi sono le inversioni sia del settore anteriore che laterale dette morso inverso o crociato.

L'ortodonzia Intercettiva ha poi un altro aspetto molto importante che è quello della prevenzione, allo scopo di interrompere abitudini viziate come l'uso prolungato del succhiotto dopo i 3 anni o del succhiamento di una o più dita. Questi atteggiamenti se protratti possono seriamente condizionare lo sviluppo delle arcate dentarie e della bocca con gravi conseguenze masticatorie ed estetiche.
La visita precoce del bambino permette di individuare queste abitudini viziate e di interromperle con estrema facilità.



Va ricordato che..
L'Odontoiatria infantile è per l'80% applicazione psicologica e solo per il 20% operatività.
Quindi chi sa curare i bambini dedica molto tempo all'approccio psicologico dalla prima visita all'adattamento del bambino e genitori all'ambiente e riesce ad ottenere una magnifica ed incredibile collaborazione dei piccoli pazienti.